Digital Marketing Manager

Scritto e redatto da : Dr.ssa Chiara Rossi

Come pensi cambierà il tuo ruolo professionale nei prossimi 5 anni? Come cambierà il modo di lavorare? Quali saranno le competenze più richieste? Sono queste le domande maggiorente impiegate durante i colloqui per testare la consapevolezza del candidato rispetto ai continui cambiamenti del mercato del lavoro. In considerazione della continua accelerazione del digitale, è importante rimanere al passo con i tempi. Per questo motivo, molte aziende cominciano a comprendere l’importanza strategica dell’area marketing sia in termini di competitività e di sviluppo del proprio core business, sia in un’ottica di talent attraction.

Tra le figure maggiormente richieste vi è il Digital Marketing Manager (DMM), professionista del marketing impegnato nell’incremento della Brand Reputation e della digital trasformation.

Nel corso del tempo, lo stesso concetto di marketing si è andato modificndo. In passato, infatti, rappresentava una serie di slogan e immagini, condivisi tramite giornali, volantini e cartelloni, che potessero convincere i consumatori a comprare un determinato prodotto. I luoghi naturali del marketing, quindi, erano le strade, anche grazie a dimostrazioni o assaggi del prodotto. Con l’avvento di internet, però, tali strategie sono diventate man mano obsolete. Le immagini ed i contenuti sono rimasti il centro del marketing, ma tutto il contorno ha subito una veloce trasformazione, rendendo il cartaceo poco utile allo scopo. Le piazze e le strade sono state sostituite da spazi digitali. Le immagini, partite con bozzetti creati a mano, sono state vettorializzate e arricchite da effetti straordinari, attraverso cui generare un’interesse sull’esperienza vissuta, prima ancora che sul prodotto. Grazie alla costante gestione e analisi di dati, inoltre, il marketing è diventato emozionale, in cui il brand e il relativo prodotto si legano ad un’emozione suscitata nel destinatario del messaggio.

È da questa trasformazione che deriva la crescente complessità del ruolo e delle figure coinvolte nell’attività. Tornando al DMM, è chiaro che tale figura dovrà essere altamente specializzata nell’utilizzo di social, piattaforme di mail marketing, e-commerce, funnel marketing, siti web, logiche SEO e creazione di piani editoriali. Solitamente, coordina un team di specialisti, che si occupano di tutti gli aspetti operativi delle attività, definisce gli obiettivi e monitora i risultati raggiunti con le strategie applicate.

Ad oggi, non esiste ancora un percorso di studi che consenta di acquisire tutte le competenze utili al ruolo, ma esistono molte Business School che, attraverso piani di studio in continuo aggiornamento, permettono la specializzazione di tale figure nei differenti ambiti di interesse.

Tuttavia, l’arma più utile resta sempre la curiosità, la sperimentazione di nuove piattaforme e nuovi strumenti e la capacità di anticipare il mercato e le tendenze. Per far questo, è necessaria una ricca dose di passione per il settore e di attitudine al cambiamento, oltre che a ottime competenze digitali.

Questa è la ricetta perfetta per ricercare e individuare un ottimo DMM, che faccia crescere il business e favorisca l’innovazione.  

Scritto e redatto da : Dr.ssa Chiara Rossi (Employability Consultant –https://www.linkedin.com/in/chiara-rossi/ )

Human Resources

Lascia un commento